Umberto Eco, Apocalittici e integrati – p. 177

Quindi il problema del tipico non interessa l’estetica sinché rimane allo stadio di poetica (aspirazione o formula espressa che essa sia), ma solo quando emerge in fase di “lettura dell’opera”. La tipicità non può essere presa in considerazione come criterio di una poetica produttiva, ma come categoria di una metodologia critica.